8 Marzo: polemiche per cartello Grüß Göttin in Tirolo

(ANSA) – BOLZANO, 8 MAR – In Tirolo non si placano le polemiche sul cartello con la scritta “Grüß Göttin”, ovvero il tradizionale saluto tedesco che evoca dio, però in versione femminile. Il contestato cartello, un’opera dell’artista Ursula Beiler, a lungo era collocato lungo l’autostrada dell’Inntal nei pressi di Kufstein. Alcuni mesi fa è stato rimosso e oggi, in occasione dell’8 marzo, viene ricollocato nella città di Innsbruck. Per l’anziano ex presidente del Consiglio federale austriaco ed attuale consigliere comunale di Innsbruck Helmut Kritzinger il cartello rappresenta una “vergogna per Innsbruck”. “Si tratta – scrive il politico 87enne del partito popolare Övp sul quotidiano Dolomiten – di una provocazione. Per portare l’attenzione sul tema delle pari opportunità, si violano volutamente i sentimenti religiosi”.

Condividi: