Calcio: Trapattoni, se Tavecchio mi chiamasse ne sarei lieto

(ANSA) – ROMA, 1 APR – “Se Tavecchio mi chiamasse ne sarei lieto perché penso di avere una grande esperienza. Senza presunzione, mi sento lucido e pronto di riflessi”. Così l’ex ct azzurro Giovanni Trapattoni sul futuro della panchina della Nazionale dopo l’annunciato addio di Conte “Ho visto che Lippi e Cannavaro si sono proposti, quindi lascio fare. Se poi oggi basta proporsi per ottenere dei posti… Mi è parso in ritardo il fenomeno dei cambiamenti degli allenatori quando le cose non vanno, ma non vado a propormi”, ha aggiunto il Trap ai microfoni di Radio Crc.

Condividi: