Tennis: Malagò, Giorgi? Una ferita ma sto con la Federazione

(ANSA) – ROMA, 2 APR – “Mi dispiace molto per la rottura tra la Giorgi e la Federtennis: non è una bella notizia, è una ferita. Non posso che stare dalla parte della Fit perché, se viene meno il discorso della maglia azzurra, a prescindere dallo sport, salta tutto. Mi auguro che la questione si risolva al più presto”. Il presidente del Coni Giovanni Malagò commenta la decisione di Camila Giorgi di non partecipare alla sfida di Fed Cup tra Italia e Spagna, a metà aprile, per la quale è stata convocata insieme a Sara Errani, Francesca Schiavone e Roberta Vinci. “Ci possono essere degli accordi tra l’atleta e il ct o allenatore – continua Malagò a margine della firma dell’accordo quadro tra l’Arma dei carabinieri e il Coni per la promozione della cultura sportiva – Ci possono essere casi in cui l’atleta ha un problema. Ma se invece la decisione è unilaterale, se c’è una volontà di non essere disponibili, allora non è una bella cosa. Camila è un patrimonio sportivo del Paese: è ancora giovane ed ha grandissimi margini di crescita”.

Condividi: