Papa: pace e diritti per Ucraina, da Chiesa colletta

(ANSA) – CITTA’ DEL VATICANO, 3 APR – “Pace e rispetto del diritto di questa terra tanto provata”, l’Ucraina, ha chiesto il Papa nel Regina Coeli, annunciando per il 24 aprile una “colletta in tutte le chiese cattoliche d’Europa”, per il “sostegno umanitario” a “quanti rimangono nelle terre sconvolte dalle ostilità, che hanno causato già varie migliaia di morti” e a “quanti, più di un milione, sono stati spinti a lasciarle dalla grave situazione che perdura”. Nel Regina Coeli, davanti a una folla stimata tra le 40 e le 50 mila persone, papa Francesco ha anche denunciato che “troppe persone continuano ad essere uccise o mutilate” dalle mine, “queste terribili armi, e uomini e donne coraggiosi rischiano la vita per bonificare i terreni minati”. Subito dopo si è rivolto in particolare ai gruppi che coltivano la spiritualità della divina misericordia, e invitato tutta la piazza, insieme a lui, a recitare l’Ave Maria. Alla fine della messa il Pontefice ha compiuto un giro in papamobile scoperta, di quasi mezz’ora, salutato festosamente.

Condividi: