Panama: Cameron ammette, avevo quota società mio padre

(ANSA) – LONDRA, 7 APR – David Cameron ammette di aver avuto una quota della società offshore creata dal padre Ian (scomparso nel 2010), precisando tuttavia di averla venduta per “30.000 sterline” poco prima di diventare primo ministro. Lo ha dichiarato il premier in un’intervista esclusiva a Itv news. Il capo del governo britannico insiste comunque di non avere “nulla da nascondere” e di aver rispettato la legge, e precisa d’aver pagato a suo tempo “normalmente” le tasse sui dividendi di quella quota.

Condividi: