Ceo Apple Tim Cook nel board associazione diritti Kennedy

(ANSA) – WASHINGTON, 8 APR – L’amministratore delegato di Apple, Tim Cook, entra a far parte del consiglio di amministrazione della Robert F. Kennedy Human Rights, organizzazione guidata da Kerry Kennedy, figlia di Bob e nipote del presidente assassinato John, fondata 50 anni fa per lottare per il riconoscimento dei diritti umani in tutto il mondo. L’erede Kennedy sul sito dell’associazione scrive che “Tim conosce l’importanza di prendere le parte e di difendere le persone che non vengono ascoltate. Ha integrità e non si tira indietro dalle sfide quando sa che sono giuste e doverose. Tim è profondamente impegnato per la giustizia sociale”. A dicembre aveva ricevuto il Ripple of Hope Award per il suo impegno a favore di pratiche di business sostenibili e per il suo impegno per i diritti umani. Dopo il ‘coming out’ ufficiale sulla sua omosessualità, Cook più volte è intervenuto pubblicamente per difendere i diritti degli omosessuali e per lottare contro le discriminazioni.

Condividi: