Kerry a Kabul, nessuna tregua all’Isis

(ANSA) – KABUL, 9 APR – L’Isis “è una minaccia per tutti, e quindi tutti lo dobbiamo combattere”: lo ha dichiarato a Kabul in segretario di stato americano John Kerry. In una conferenza stampa al termine di colloqui politici con gli esponenti del governo afghano, Kerry ha aggiunto che “è necessario mettere un freno al terrorismo” e che “questo non è il momento di fermarsi”. Il capo della diplomazia Usa ha infine detto che “continueremo a appoggiare l’Afghanistan perché gli afghani hanno detto no al terrorismo”. Kerry è a Kabul per una visita non prevista durante la quale ha esaminato la situazione della sicurezza e cercato di mediare tra il presidente Ashraf Ghani e il ‘chief executive’ Abdullah Abdullah per scongiurare una crisi di governo. Gli incontri hanno permesso di “far fare progressi al governo afghano”, ha assicurato lo stesso Kerry in conferenza stampa. “Gli Stati Uniti – ha poi detto – hanno a cuore la sovranità dell’ Afghanistan” ed il buon funzionamento delle sue istituzioni.

Condividi: