Migranti: coppia siriana ritrova cadavere figlio scomparso

(ANSA) – AGRIGENTO, 11 APR – Avevano perso, fra i flutti del mare agitato, nel naufragio del 2 agosto del 2014 a 50 miglia circa dalla Libia, quattro figli. Lo scorso 7 marzo, durante la trasmissione televisiva “Chi l’ha visto?”, la coppia siriana lanciò un appello e mostrò la foto di uno dei bambini, l’unica immagine rimasta in loro possesso. Un volto, quello ritratto nella foto e mostrata durante la trasmissione, che un agente della polizia Scientifica della Questura di Agrigento riconobbe. Quel poliziotto aveva infatti assistito all’autopsia effettuata il 9 agosto del 2014. Ed ora la coppia di siriani, su invito della divisione Anticrimine della Questura di Agrigento, ha riconosciuto in foto il cadavere di Mohammed che si trova tumulato nel cimitero di Ribera. Oltre a lui, i migranti siriani hanno perso altri tre figli: Omar, Esrà, Rama, che risultano ancora oggi dispersi.

Condividi: