Ex Ccf: Verdini, io non sono piccolo diavolo,sempre corretto

(ANSA) – FIRENZE, 12 APR – “Ho sempre avuto una grande passione per l’editoria nella mia vita. Ho organizzato e finanziato una mia editoria a Firenze sapendo che nessuno al mondo può guadagnare in questo settore”, “sono stato descritto come un piccolo diavolo, ma io ho sempre agito correttamente e nel rispetto delle norme”. Così il senatore Denis Verdini ha risposto stamani in aula a Firenze al pubblico ministero sul capitolo ‘editoria’ nel processo per il crac della banca di Credito cooperativo in cui è imputato. Verdini è stato presidente venti anni della banca Ccf e finanziò con amici soci Il Giornale della Toscana ed altre testate minori fiorentine. “Sono qui per rispondere alle domande, sono state scritte e dette cose inesatte”, ha affermato Verdini, che si è detto emozionato: “Non mi piace stare in tribunale, non è che io sia un bandito come vogliono dire. Voglio spiegare tutto”.

Condividi: