Via da riserva del ‘Libro della giungla’

(ANSA) – NEW DELHI, 12 APR – Centinaia di indigeni di una riserva delle tigri nell’India centrale, che ha ispirato il ‘Libro della giungla’ di Rudyard Kipling, sono stati “sfrattati” illegalmente e ora la stessa sorte spetta alle tribù di un altro parco protetto. Lo denuncia oggi Survival International, l’organizzazione che si occupa della difesa dei diritti delle popolazioni indigene. “Mentre le sale cinematografiche italiane – spiega Survival International – si preparano all’uscita del remake del celebre film della Disney tratto dal libro di Kipling, in India molte tribù vengono sfrattate illegalmente dalle loro terre ancestrali trasformate in riserve delle tigri”. “Se da un lato – continua – le tribù sono costrette ad andarsene, dall’altra si aprono le porte ai turisti paganti”. Nel 2014 centinaia di indigeni Baiga e Gond sono stati cacciati dalla riserva di Kanha, dove è ambientato il Libro della Giungla”.

Condividi: