Mose: domani al via processo, tra imputati Matteoli e Orsoni

(ANSA) – VENEZIA, 13 APR – Al via domani, davanti al Tribunale collegiale di Venezia, presieduto da Stefano Manduzio, il processo Mose nei confronti di otto indagati, tra i quali l’ex ministro Altero Matteoli (corruzione) e l’ex sindaco di Venezia Giorgio Orsoni (finanziamento illecito dei partiti). Si tratta dell’ultimo tratto del lungo percorso iniziato il 4 giugno 2014 quando, all’alba, era scattato l’arresto di 35 persone, a vario titolo, su ordinanza del Gip di Venezia, Alberto Scaramuzza. Tra i coinvolti dal provvedimento l’ex Governatore del Veneto Giancarlo Galan, che optò per il patteggiamento di una pena a 2 anni e 10 mesi di carcere (ora è ai domiciliari) e a 2,6 mln di euro di multa. Domani in aula, tra gli imputati, a vario titolo, anche Maria Giovanna Piva, ex Presidente del Magistrato alle Acque, l’imprenditore Erasmo Cinque, l’architetto Danilo Turcato, l’ex presidente del Consiglio regionale Amalia Sartori, l’imprenditore Nicola Falconi e l’avvocato Corrado Crialese.

Condividi: