Mose: si apre processo, Nordio, indagine ancora in corso

(ANSA) – VENEZIA, 14 APR – E’ cominciato oggi a Venezia l’ultimo atto della lunga vicenda per le tangenti del Mose, iniziata con i 35 arresti del 4 giugno 2014. Si tratta del processo davanti al tribunale di Venezia nei confronti degli ultimi 8 indagati rimasti (gli altri hanno patteggiato, come l’ex ministro Galan, 2 anni e 10 mesi), tra i quali vi sono l’ex ministro (e attuale senatore) Altero Matteoli, accusato di corruzione, e l’ex sindaco di Venezia, Giorgio Orsoni (finanziamento illecito ai partiti). “Le indagini sulla vicenda Mose sono tuttora in corso, con rogatorie internazionali volte a rintracciare il denaro dato in dazioni per agevolare l’attività del consorzio Venezia Nuova”, ha detto a margine del procedimento il procuratore aggiunto Carlo Nordio. “A 24 anni da tangentopoli – ha aggiunto – non è cambiato nulla”. (ANSA).

Condividi: