Picchia la moglie da quando ha perso il lavoro, arrestato

(ANSA) – MONZA, 20 APR – Una donna di 38 anni è stata ferita a un braccio con una lametta dal marito, arrabbiato perché lei aveva perso il lavoro, questa notte a Seregno (Monza). L’uomo, senegalese quarantenne in Italia dal 2002, è stato arrestato dai carabinieri di Seregno (Monza) mentre, dopo averla ferita al braccio, la stava inseguendo con un manico di scopa rotto in mano, per strada, minacciandola di morte. La 38 enne aveva perso il lavoro a inizio anno (per scelta del coniuge l’unica a doversi occupare del sostentamento della coppia) scatenando l’ira del marito che era solito picchiarla, anche se lei non lo aveva mai denunciato. Arrestato per maltrattamenti in famiglia e lesioni personali aggravate, il marito è stato accompagnato in carcere, mentre la donna è stata portata all’ospedale di Desio (Monza e Brianza) dove le sono stati dati dieci punti di sutura al braccio. Nel passato del quarantenne c’è un precedente anche per l’accoltellamento di un fratello.

Condividi: