Sindaco imperiese non dà contributo e prete ‘spegne’ campane

(ANSA) – PERINALDO (IMPERIA), 21 APR – Il sindaco non contribuisce alla manutenzione dell’orologio del campanile, così il parroco silenzia per una settimana le campane. Accade a Perinaldo, piccolo centro dell’entroterra di Vallecrosia, in provincia di Imperia, noto per aver dato il natale all’astronomo Gian Domenico Cassini, scopritore degli anelli di Saturno. Dunque il sindaco Francesco Guglielmi non ha accettato l’invito del parroco don Carlo Grignolo di versare un contributo per coprire in parte o del tutto la spesa di 3.500 euro euro per la manutenzione dell’orologio del campanile, sostenendo che a causa dei tagli imposti dal governo è prima necessario provvedere ad assistere le famiglie di bisognosi. “Finché abbiamo potuto, ho sempre contribuito – ha detto Guglielmi – ma ora non si può con tutte le persone che si rivolgono ai servizi sociali. E poi, il campanile non è del Comune. Senza contare il rischio di finire nel mirino della Corte dei Conti”. Situazione diametralmente opposta nel confinante Comune di San Biagio della Cima, dove il sindaco Luciano Biancheri ha deliberato un contributo di 2.500 euro su una spesa complessiva di circa 4.200 euro, dovuta al cambiamento della scheda dell’ orologio e alla pulizia del campanile. Secondo Biancheri il campanile offre comunque un servizio pubblico e è dunque compito del Comune intervenire economicamente per garantire il funzionamento dell’orologio”. (ANSA).

Condividi: