Migranti: rifugiati puliscono città, ‘grazie Torino’

(ANSA) – TORINO, 23 APR – Una pettorina gialla con la scritta ‘volontario’ e ‘Grazie Torino’ sulla schiena. In testa il cappellino blu dell’Amiat che li guiderà da oggi in un percorso di inclusione sociale che loro stessi hanno sollecitato. Ha preso il via questa mattina il progetto avviato dal Comune di Torino che vede i rifugiati, un centinaio in un anno, impegnati gratuitamente su base volontaria in lavori di pulizia della città. Sette le squadre impegnate oggi, ma i migranti volontari saranno al lavoro ogni sabato mattina insieme al personale Amiat. “Un’iniziativa – sottolinea il sindaco Piero Fassino – che rappresenta una forma di restituzione e contributo alla vita della città che li accoglie e che corrisponde anche alle aspettative dei cittadine. I numeri e la voglia di partecipare sono un ottimo segnale”. “Una bella esperienza per tutti – aggiunge il vicesindaco Elide Tisi – per loro e per la città, che fa ben comprende che chi arriva non è un problema ma una risorsa”.(ANSA).

Condividi: