>>>ANSA/ Greggio a Genova, revocata emergenza,ora via a bonifica

Pubblicato il 25 aprile 2016 da ansa

(ANSA) – GENOVA, 25 APR – C’era un unico dubbio, poco prima delle 12: una macchia opalescente nel mare davanti a Arenzano. Dubbio risolto dalla Guardia costiera di Genova: quella macchia era formata da migliaia e migliaia di meduse. Di petrolio, nel mare da Genova a Imperia e per molte miglia al largo, nemmeno l’ombra. E così, a otto giorni e una manciata di ore dalla rottura della pipeline gestita dalla raffineria genovese Iplom e dalla conseguente fuoriuscita di greggio, gli uomini della Capitaneria di porto, della Castalia e i tecnici messi in campo dalla stessa Iplom tirano un sospiro di sollievo. Il mare è pulito. E’ l’ammiraglio comandante la Capitaneria di Genova Giovanni Pettorino che alle 15 in punto firma il dispaccio con il quale si revoca lo stato di emergenza locale che gli aveva consentito di dispiegare uomini e mezzi a salvaguardia dell’ambiente. E così adesso tutti sono concentrati sulla bonifica dell’alveo del torrente Polcevera e del rio Fegino. E comunque, come sottolinea la Capitaneria di Porto, i battelli disinquinanti costieri rimarranno alla foce del Polcevera per evitare che il greggio che si è depositato sul fondo dell’alveo possa filtrare a mare. Durante la riunione pomeridiana del tavolo tecnico il responsabile sicurezza della Iplom ha fornito i numeri della prima bonifica: “In questi giorni di massimo sforzo abbiamo raccolto quasi tutto il greggio fuoriuscito dall’oleodotto, siamo sull’ordine del 95% del prodotto recuperato”, ha detto sostenendo di ritenere che “questa prima fase di bonifica possa dirsi quasi conclusa e con ottimi risultati”. Il prefetto Spena, che ha presieduto il tavolo operativo, ha precisato che i materiali recuperati nella bonifica saranno “verificati dagli organi tecnici competenti, a garanzia dell’ effettiva bonifica effettuata” e ha poi voluto sottolineare che l’aria, nella zona di sversamento vicino a rii e torrente, “non è inquinata. Anzi, i controlli svolti dai tecnici dell’Arpal dicono che la qualità risulta sopra gli standard registrati in passato, dunque i cittadini della Valpolcevera possono stare tranquilli”. Adesso dovrà partire la totale bonifica degli alvei, perché il materiale potrebbe essersi depositato e aver infiltrato la falda. Intanto, come ha detto l’assessore alla protezione civile del Comune di Genova Gianni Crivello “Per evitare che i residui del greggio nel Pianego e nel Fegino possano finire nel Polcevera è stato deviato un tratto del corso d’acqua in confluenza con il Polcevera”. Un altro passo avanti. Poi sarà davvero finita. (ANSA).

I commenti sono chiusi.

Ultima ora

17:12Calcio: France Football, C.Ronaldo e Mourinho i più pagati

(ANSA) - ROMA, 27 MAR - Cristiano Ronaldo è il giocatore più pagato al mondo e precede Leo Messi e Neymar. A stilare la classifica dei 'paperoni' del pallone è France Football che ha pubblicato sul suo sito la graduatoria dei giocatori (e degli allenatori) più ricchi e che tiene conto non solo degli ingaggi lordi ma anche dei bonus e dei ricavi pubblicitari: nella stagione 2016-17 l'asso portoghese ha incassato 87,5 milioni, superando il suo eterno rivale argentino (76,5) e il brasiliano del Barcellona (55,5). Al quarto posto c'è Gareth Bale (41), davanti a un altro argentino appena 'emigrato' in Cina, Ezequiel Lavezzi (28,5). Tra gli allenatori, Josè Mourinho straccia tutti con i suoi 28 milioni: precede il neo-ct della Cina, Marcello Lippi (23,5), l'ex Psg Laurent Blanc (20), Carlo Ancelotti (15,8) e Pep Guardiola (14,5).

17:02Migranti: Ungheria, l’Italia continua a ricattarci

(ANSA) - ROMA, 27 MAR - ''L'Italia ci ha ricattati e continua a farlo facendo pressione politica su di noi e sul resto dei Paesi dell'Europa centro-orientale''. Lo ha detto il portavoce del governo ungherese, Zoltan Kovacs, a Roma durante un incontro informale con alcuni media italiani, facendo riferimento alla ricollocazione dei migranti legata all'approvazione del bilancio Ue.

16:54Calcio: Juventus, rientrano primi sei nazionali

(ANSA) - TORINO, 27 MAR - Parte domani a Vinovo l''operazione Napoli' della Juventus che andrà al San Paolo per due sfide infuocate in campionato e Coppa Italia. Domani Massimiliano Allegri riavrà i primi sei dei 16 giocatori convocati nelle varie nazionali: Barzagli, che aveva lasciato il raduno azzurro sabato "per motivi personali", Pjanic, non chiamato per l'amichevole della Bosnia in Albania, Higuain, squalificato con l'Argentina, oltre a Dani Alves, Lichtsteiner e Mandzukic.

16:41Attacco Londra: il suv lanciato a 120 km all’ora sui pedoni

(ANSA) - LONDRA, 27 MAR - Lanciato a 76 miglia, circa 122 km all'ora, sui passanti: è la velocità raggiunta dal suv guidato mercoledì scorso da Khalid Masood nel suo attacco terroristico sul Westminster Bridge di Londra. Lo riporta la Bbc, sulla base dei rilevamenti della polizia britannica.

16:41Spari P.Chigi: Giangrande e Fedeli incontrano studenti

(ANSA) - PRATO, 27 MAR - Un incontro sul tema della legalità nella scuola, sull'amore e sui valori che spingono le persone a compiere gesti eroici. Come quello del maresciallo dei carabinieri Giuseppe Giangrande, che ha raccontato la sua storia a circa 140 studenti del liceo pratese "Cicognini-Rodari". Accanto a lui il ministro dell'Istruzione Valeria Fedeli. Il militare circa 4 anni fa rimase vittima di un attentato di uno squilibrato nel giorno dell'insediamento del governo guidato da Enrico Letta. Nel suo discorso il maresciallo ha ripercorso le tappe fondamentali della sua carriera, che sono raccolte nel libro di Roberto Riccardi "Il prezzo della fedeltà" (Mondadori), il cui ricavato delle vendite andrà in beneficenza. All'appuntamento hanno partecipato anche il comandante generale dei carabinieri Tullio Del Sette e la figlia di Giangrande, Martina, a cui il padre ha tributato una lunga e struggente lettera di ringraziamento nel suo libro.

16:38Russia: Navalni, nella sentenza nulla di vero

(ANSA) - MOSCA, 27 MAR - Alexey Navalni si è detto innocente: "Tutto ciò che è scritto" sul dispositivo della sentenza "non è vero", ha affermato, sottolineando che "l'errore principale è che sulla via Tverskaya c'erano solo 4.000 persone" e ribadendo di non aver opposto resistenza alla polizia. Il suo avvocato, Olga Mikhailova, ha dichiarato che la versione dei fatti fornita dalla polizia è completamente inventata. Secondo il giudice che ha letto la sentenza, Navalni viene condannato per aver partecipato a una manifestazione non autorizzata con 4.000 persone, per aver spronato i dimostranti a violare l'ordine pubblico e per essersi rifiutato di andare in un ufficio di polizia spintonando gli agenti.

16:30Berlusconi, prestito a Lele Mora un atto di generosità

(ANSA) - MILANO, 27 MAR - Silvio Berlusconi si è presentato in aula a Palazzo di Giustizia a Milano per il processo per bancarotta a carico dell'ex direttore del Tg4 Emilio Fede. Berlusconi, accompagnato dai suoi legali Nicolò Ghedini e Federico Cecconi e dal suo medico personale, Alberto Zangrillo, è stato ascoltato come teste circa un prestito da circa 2,8 milioni di euro a Lele Mora nel 2010. "E' stato un mio atto di generosità" ha detto il Cavaliere. Secondo l'accusa, Emilio Fede avrebbe trattenuto oltre un milione di euro dei soldi che dovevano servire a salvare la società di Mora. Berlusconi ha risposto a tutte le domande del pm. Ha chiesto di non essere nè ripreso né fotografato durante la sua breve deposizione. Inoltre prima e dopo l'esame non ha rilasciato dichiarazioni ai cronisti. (ANSA).

Archivio Ultima ora