Aggredì Berlusconi, libero dopo revoca libertà vigilata

(ANSA) – MILANO, 27 APR – Con la revoca della libertà vigilata, Massimo Tartaglia, il perito elettrotecnico che nel dicembre 2009, al termine di un comizio, aggredì a Milano l’allora premier Silvio Berlusconi, colpendolo al volto con una statuetta raffigurante il Duomo, è tornato completamente libero. A revocare la libertà vigilata, disposta sei anni fa, in quanto si ritiene sia venuta meno la sua pericolosità sociale è stato il giudice del Tribunale di Sorveglianza di Milano Giovanna Di Rosa.

Condividi: