Lega: ex segretaria Bossi, Senatur non al corrente di spese

(ANSA) – MILANO, 28 APR – Umberto Bossi non sarebbe stato al corrente delle spese per esigenze private con i fondi del movimento e degli investimenti dell’ex tesoriere del partito Francesco Belsito “finché non sono usciti i primi articoli di stampa” nei quali si parlava di Tanzania, dei diamanti e di altre operazioni. Lo ha raccontato l’ex segretaria particolare del ‘Senatur’, Daniela Cantamessa, sentita come testimone nell’udienza del processo che vede come imputati, per una presunta appropriazione indebita da più di mezzo milione di euro di soldi pubblici, Umberto e Renzo Bossi oltre allo stesso Belsito. Dopo la scoperta degli investimenti in Tanzania, ha ricordato Cantamessa, c’è stato “subito un confronto tra Umberto Bossi e Belsito”, con il segretario che aveva “rimproverato” al tesoriere l’opportunità di quegli investimenti. “Questo è un partito e non un’azienda, non deve pensare al rendimento dei soldi che gestisce”, avrebbe detto Bossi a Belsito, stando al racconto in aula di Cantamessa.

Condividi: