Ciclismo: Yates positivo, l’Uci lo assolve

(ANSA) – ROMA, 29 APR – Il britannico Simon Yates, risultato positivo ad un controllo antidoping alla Parigi-Nizza, è stato “assolto” dall’Unione ciclistica internazionale (Uci) dopo che la sua squadra, l’Orica GreenEdge, lo ha scagionato ammettendo di aver commesso un errore. Yates è risultato positivo ad una sostanza antiasmatica, la terbutalina, in seguito ad un prelievo il 12 marzo scorso, alla sesta tappa della corsa, ma il caso è emerso solo qualche giorno fa, dopo la notifica, con grande evidenza sui media britannici visto che il corridore è nella lista degli atleti olimpici per Rio. L’Orica GreenEdge si è mossa in fretta per difendere Yates, dichiarando che era in cura per problemi di asma e che il medico della squadra, “per un errore amministrativo”, non aveva chiesto per lui l’autorizzazione ad usare una sostanza altrimenti vietata.

Condividi: