Tentarono di uccidere boss, arresti in Puglia

(ANSA) – BARI, 03 MAG – Dalle prime luci dell’alba, a Bari, Rutigliano (Bari) e Lecce, gli agenti della Polizia di Stato stanno dando esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Gip del Tribunale di Bari, su richiesta della locale Direzione Distrettuale Antimafia, nei confronti di tre persone ritenute responsabili a vario titolo di aver tentato, il 22 agosto del 2012, di uccidere Giuseppe Mercante, capo dell’omonimo sodalizio criminale. Dovranno rispondere anche di porto e detenzione di armi da sparo e ricettazione. I tre arrestati sarebbero vicini al clan “Telegrafo”. Ulteriori particolari saranno resi noti in una conferenza stampa che si terrà questa mattina in Questura.

Condividi: