Parà morto: Pinotti, ferita ancora aperta per forze armate

(ANSA) – ROMA, 5 MAG – “La morte di Lele è una ferita ancora aperta per la mamma, per i familiari, gli amici, le città di Siracusa e Noto ed anche per le forze armate: è un vulnus inaccettabile da noi e da tutte le istituzioni dello Stato, occorre ricercare tenacemente la verità ed assicuro la piena disponibilità del ministero rispetto ai lavori della Commissione”. Così il ministro della Difesa, Roberta Pinotti, ascoltata in audizione dalla Commissione parlamentare d’inchiesta sulla morte di Emanuele Scieri, para’ della Folgore siracusano di 26 anni, morto il 13 agosto del 1999 in circostanze non chiarite ai piedi di una torretta della caserma Gamerra di Pisa.

Condividi: