Terrorismo: Roberti, c’è rischio radicalizzazione migranti

Pubblicato il 05 maggio 2016 da ansa

(ANSA) – LECCE, 5 MAG – “Il rischio qui in Puglia e nel Salento è che chi arriva come migrante possa poi avviare un percorso di radicalizzazione. I terroristi definiti come tali, non si mimetizzano con i migranti, però il rischio c’è e lo abbiamo verificato anche con le ultime indagini milanesi che chi arriva come migrante possa poi avviarsi verso la radicalità”. Lo ha detto a Lecce il Procuratore azionale antimafia, Franco Roberti, a margine della firma del protocollo antiterrorismo a Palazzo di Giustizia con le Procure del distretto di Lecce, Brindisi e Taranto. “I fatti finora ci dicono – ha aggiunto – che un terrorista che arriva per fare attentati in Europa non si infiltra tra i migranti, salvo un paio di casi che sono poco significativi rispetto al flusso di migranti che arriva ogni giorno in Europa”. “La rotta adriatica sta di nuovo prendendo piede”, “al momento non c’è un reale pericolo – ha concluso – perchè la nostra attività di prevenzione finora ha funzionato molto bene, abbiano prevenuto possibili attacchi”.

I commenti sono chiusi.

Ultima ora

11:36Grillo, alleanze? Come dire che Panda mangia carne

(ANSA) - ROMA, 19 GEN - Se faremo le alleanze, anche con il Pd? "Sono domande senza senso, è come dire che un giorno un panda può mangiare carne cruda. Noi mangiamo solo cuore di bamboo". Non esistono forze politiche" a questo voto, " noi siamo l'unica forza politica nuova". Lo afferma Beppe Grillo uscendo dal Viminale dopo aver consegnato il simbolo del M5S. "Abbiamo presentato il simbolo della prima forza politica del Paese - gli fa eco il candidato premier Luigi Di Maio lasciando il ministero assieme a Davide Casaleggio - vogliamo andare al governo e andremo al governo".

11:35Migranti: Vienna, task force per controlli al confine

(ANSA) - BOLZANO, 19 GEN - Il ministro degli interni austriaco Herbert Kickl ha annunciato l'istituzione di una task force di polizia per i controlli di frontiera. Come spiega il ministro del partito di ultradestra Fpoe, si tratta di un'unità di pronto intervento "in grado di avviare entro poche ore il management di confine" (controlli di frontiera, ndr.) e "procedere all'identificazione" dei viaggiatori. "Non ci sarà più un lasciapassare", ribadisce Kickl in un'intervista al quotidiano Tiroler Tageszeitung. Nell'intervista Kickl spiega di aver già provveduto all'istituzione di questa 'Grenzschutzeinheit'. "Abbiamo comunque già controlli efficaci che funzionano, ma un anno 2015 non si deve ripetere", sottolinea il ministro in riferimento all'elevato numero di ingressi in Austria all'epoca.

11:34Tennis: Australia, Seppi soffre e vince, vola agli ottavi

(ANSA) - ROMA, 19 GEN - Soffre e vince, e vola agli ottavi degli Australian Open, il tennista azzurro Andreas Seppi, brillante vincitore al termine di una maratona di 4 ore di partita contro il croato Ivo Carlovic. Un match infinito che si è chiuso al quinto set dopo un tira e molla fra i due rivali, da un game all'altro, che ha entusiasmato il pubblico. L'italiano ha tenuto duro, in una gara giocata anche sul filo dei nervi e alla fine ha prevalso con il punteggio di 6-3 7-6 6-7 6-7 9-7 . Agli ottavi il tennista altoatesino dovrà affrontare il britannico Kyle Edmund. (ANSA).

11:25Sci: cdm, maltempo, modificato programma superG Kitzbuehel

(ANSA) - Kitzbuehel (Austria), 19 gen - Dopo una nevicata notturna con nuvole basse e fondo morbido sulla parte Bassa della Streif, il programma dell'odierno SuperG di coppa del mondo di Kitzbuehel e' stato modificato. La gara invece che alle ore 11,30 partirà così alle 13. Non solo: il percorso e' stato anche accorciato con partenza dalla famosa Mausefalle, la 'trappola per topi' ed arrivo in quota sopra il grande salto della Hausbergkante e non nel grande stadio alla base della Streif. Dunque pochi spettatori potranno vedere direttamente gli atleti tagliare il traguardo. (ANSA).

11:08Baby gang: danneggiato un centro per disabili

(ANSA) - POTENZA, 19 GEN - Accusati di aver danneggiato in più occasioni un centro per la cura di bambini con disabilità, nel Potentino, sette ragazzi, tra i 15 e i 17 anni, sono stati segnalati dai Carabinieri alla Procura dei Minorenni. I militari dell'Arma hanno accertato che insieme ai sette minorenni c'era anche un tredicenne, che però non è imputabile. In particolare, l'8 e il 25 dicembre e il giorno di Capodanno, gli otto ragazzi sono entrati nel centro forzando la porta d'ingresso, danneggiando altre porte e finestre e imbrattando i muri con la polvere ignifuga degli estintori.

10:59Giordania: scuse Israele per due uccisi a ambasciata

(ANSAmed) - AMMAN, 19 GEN - La Giordania ha detto che Israele si è scusato ufficialmente per l'uccisione avvenuta lo scorso luglio di due cittadini giordani da parte delle guardie di sicurezza dell'ambasciata israeliana ad Amman, un episodio mai chiarito che aveva portato alla chiusura della sede diplomatica e provocato tensioni tra i due Paesi. Il portavoce del governo Mohammad al Momani, citato dall'agenzia Petra, ha detto che Israele ha inviato una lettera di scuse, promettendo di "continuare a seguire la vicenda" per fare chiarezza sull'accaduto. Secondo ricostruzioni fatte dai media locali, uno dei due giordani avrebbe accoltellato un israeliano nell'ambasciata e le guardie avrebbero sparato per reazione. Secondo le autorità di Amman, invece, i due sarebbero entrati nella sede diplomatica perché dovevano compiere lavori per una ditta di mobili. Il portavoce ha detto che le autorità israeliane hanno inviato la lettera di scuse alla Giordania dopo avere pagato un risarcimento alle famiglie dei due uccisi.

10:52‘Ndrangheta: ucciso in Calabria presunto affiliato cosca

(ANSA) - SIDERNO (REGGIO CALABRIA), 19 GEN - Un presunto affiliato alla 'ndrangheta, Carmelo Muià, di 46 anni, commerciante di carni, è stato ucciso in un agguato a Siderno, nella Locride. Muià, nel momento dell'agguato, era in sella ad una bicicletta elettrica e stava facendo rientro a casa. Gli hanno sparato contro sette colpi di pistola calibro 7.65 che lo hanno raggiunto alla testa, al torace ed alle spalle. L'uomo é morto poco dopo il ricovero nell'ospedale di Locri. Indaga la Polizia di Stato. Complessivamente i colpi di pistola sparati contro Muià da uno sconosciuto che si é subito dopo dato alla fuga sono stati sette, tutti in parti vitali. Secondo quanto si é appreso da fonti investigative, Muià avrebbe fatto parte della cosca Commisso della 'ndrangheta e fu coinvolto nell'operazione Crimine coordinata alcuni anni fa dalla Dda di Reggio Calabria. Nel processo scaturito dall'operazione, Muià era stato condannato a sei anni. Un'altra condanna a sette anni gli era stata inflitta nel processo "morsa sugli appalti".

Archivio Ultima ora