Bancarotta: pm chiede 3 anni e mezzo per Roberto Mancini

(ANSA) – ROMA, 11 MAG – La Procura di Roma ha chiesto una condanna a tre anni e mezzo di reclusione per l’allenatore dell’Inter Roberto Mancini accusato di bancarotta fraudolenta. La richiesta è stata fatta oggi dal pm Stefano Rocco Fava nell’ambito del processo con rito abbreviato legato al crac finanziario della società Img Costruzioni. Nel procedimento è coinvolto anche l’imprenditore Marco Mezzaroma per il quale la Procura ha invece sollecitato il rinvio a giudizio non avendo quest’ultimo optato per un rito alternativo. In aula era presente Mancini.

Condividi: