Hezbollah,ribelli dietro uccisione comandante in Siria

(ANSA) – BEIRUT, 14 MAG – Mustafa Badreddine, l’alto esponente di Hezbollah morto ieri a Damasco in Siria, è stato ucciso dal fuoco dei ribelli siriani. Lo riferisce lo stesso movimento integralista libanese. Badreddine è stato ucciso da un’esplosione causata da colpi di artiglieria nei pressi dell’aeroporto della capitale siriana. Hezbollah punta l’indice contro “gruppi estremisti” e afferma che l’uccisione avrà l’unico effetto di “rafforzare la volontà di continuare a combattere queste gang criminali”.

Condividi: