Calcio: Setti, il Verona non puntava al paracadute

(ANSA) – ROMA, 16 MAG – “Il Verona ha fatto quello che doveva, com’è stato per tutta la stagione: quella che si è creata è una situazione irreale, come se uno onesto sia una rarità”. Il presidente del Verona Maurizio Setti commenta così, a Radio Anch’io sport su Rai Radio 1, le polemiche che avevano accompagnato l’ultima settimana di Serie A, con i gialloblù già retrocessi al centro dell’attenzione per i sospetti sull’impegno da profondere nel finale di stagione e, in particolare, nella gara di ieri contro il Palermo ancora in bilico. Setti, che era stato preventivamente attaccato dal “collega” rosanero Maurizio Zamparini, respinge anche le osservazioni sul cosiddetto paracadute, ovvero la somma garantita ai club che retrocedono e su cui le società hanno recentemente deliberato. “Ricordo a tutti che su questo tema noi ci siamo schierati contro – sottolinea il presidente – E ricordo anche che non è uno strumento a misura di una singola società, ma per tutte. La verità è che per noi, purtroppo, è stata un’annata molto sfortunata”.

Condividi: