Calcio: Livorno retrocesso, Pinsoglio aggredito da un tifoso

(ANSA) – ROMA, 21 MAG – Aggredito con un pugno al volto da un tifoso del Livorno il portiere amaranto Carlo Pinsoglio. Il giocatore si è fatto medicare al pronto soccorso dell’ospedale di Cisanello (Pisa), riportando una prognosi di tre giorni. È accaduto la scorsa notte dopo la gara con il Lanciano, finita 2-2, che ha condannato gli amaranto alla retrocessione in Lega Pro. Verso l’1:30, Pinsoglio stava andando da solo alla sua auto, atteso dai genitori nella piazza dell’hotel Continental di Tirrenia mentre gli altri giocatori rientravano in albergo, quando è stato affrontato da un tifoso che lo ha colpito con un pugno al volto. Il portiere, entrato a metà ripresa in seguito all’espulsione di Ricci, alla fine del match era finito nel mirino dei tifosi dopo che al 39′ del secondo tempo, sul risultato di 2-1 per gli amaranto, si era fatto sfuggire un pallone in presa alta consegnandolo in pratica ad un avversario, Turchi, che a porta vuota aveva segnato il pareggio degli ospiti, facendo sprofondare il Livorno in Lega Pro.

Condividi: