Cardella, Falcone è stato un grande patriota

(ANSA) – PERUGIA, 23 MAG – Ricorda Giovanni Falcone come “un grande uomo e un grande magistrato, ma soprattutto come un grande patriota perché sapeva lavorare per il suo Paese” il procuratore generale di Perugia Fausto Cardella, in occasione dell’anniversario della strage di Capaci. “Dopo di lui, e dopo Paolo Borsellino, nulla è stato più come prima nella lotta alla mafia” ha sottolineato il magistrato rispondendo all’ANSA. “Con Falcone – ha detto ancora Cardella – si è cominciato a combattere veramente quella ‘cosa nostra’ della quale prima si negava perfino l’esistenza”. Il procuratore generale si è occupato delle indagini sulle stragi di Capaci e di via D’Amelio lavorando a Caltanissetta con Ilda Boccassini. “Falcone – ha detto ancora – lasciò Trapani poco prima del mio arrivo a Marsala. Lo andai a trovare a Palermo insieme a Gian Giacomo Ciaccio Montalto, anche lui magistrato ucciso dalla mafia. Falcone ci portò pranzo, offrendocelo. Purtroppo – ha concluso Cardella – non ho avuto il tempo di restituirglielo”.

Condividi: