Unifil, nessuna prova traffico alimenti

(ANSAmed) – BEIRUT, 25 MAG – Al momento “non ci sono ancora prove che possano confermare una sistematica operazione legata al traffico di alimenti, o ancor meno il coinvolgimento di alcuni contingenti”. E’ quanto afferma oggi il portavoce dell’Unifil, Andrea Tenenti, in merito alle accuse in questo senso riportate da El Pais, che parla di un coinvolgimento anche di ‘caschi blu’ italiani della missione in Libano. Tenenti ha tuttavia aggiunto che “da tempo” l’Unifil sta svolgendo indagini interne sulle denunce e che gli accertamenti continuano.

Condividi: