Calcio: Pelè, è Messi il mio giocatore preferito

(ANSA) – ROMA, 25 MAG – “Avevo 9 anni quando ho visto mio padre piangere: era dopo il Maracanazo, la sconfitta del Brasile contro l’Uruguay nella finale del Mondiale del ’50. Due anni fa, quando siamo stati umiliati dalla Germania per 7-1, mio figlio mi ha quasi visto piangere. Per il Brasile è stato un disastro senza spiegazioni”. Lo ha raccontato questa mattina Pelè, ospite della “Gazzetta dello Sport”, alla conferenza stampa di presentazione del film che porta il suo nome, in uscita domani, e racconta la sua adolescenza fino a 17 anni, quando vinse il Mondiale di Svezia nel ’58. “Messi è il mio giocatore preferito – l’incoronazione di O Rei al fuoriclasse argentino – ma anche Cristiano Ronaldo e Neymar sono bravi. Hanno stili diversi in un calcio cambiato: oggi si gioca più chiusi, si sta sulla difensiva. È più difficile tirare fuori le qualità dei singoli”.

Condividi: