Aggressioni acido: pm ricorrerà su pena Alex, pochi 23 anni

(ANSA) – MILANO, 10 GIU – Il pm di Milano Marcello Musso è intenzionato a presentare ricorso in appello per chiedere di aumentare la pena di 23 anni di carcere inflitta, lo scorso 30 marzo, ad Alexander Boettcher, per una serie di aggressioni con l’acido nel procedimento con al centro l’accusa di associazione per delinquere. Il broker, tra l’altro, finito in carcere il 28 dicembre 2014 assieme a Martina Levato, è stato già condannato in primo e secondo grado a 14 anni per aver sfigurato Pietro Barbini, ex fidanzatino della ragazza. Il pm, il 7 marzo scorso, aveva chiesto che Alex venisse condannato a 26 anni. In sentenza, poi, i giudici, che hanno comunque accolto l’intero impianto accusatorio, hanno riqualificato solo uno dei fatti ‘minori’ contestati all’imputato, la presunta rapina del telefono di Giuliano Carparelli (che subì un tentativo di aggressione). Entro 45 giorni dal deposito delle motivazioni il pm potrà depositare ricorso in appello sulla quantificazione della pena. Scontato il ricorso da parte della difesa.

Condividi: