Fondi Sardegna: parte civile, ‘funzionaria mobbizzata’

(ANSA) – CAGLIARI, 13 GIU – “Ornella Piredda era una funzionaria attenta ai conti. Le hanno bloccato l’avanzamento mentre ad altri hanno fatto i ponti d’oro. Il sistema premiava chi era organico: se non lo eri, si mettevano di traverso”. Ha parlato per due ore l’avvocato di parte civile Andrea Pogliani, legale nominato dall’ex funzionaria al processo sull’utilizzo illecito dei fondi destinati al Gruppo Misto della XIII legislatura del Consiglio regionale della Sardegna. Oltre al filone principale, quello legato ai presunti casi di peculato degli onorevoli che avrebbero usato illegittimamente i fondi destinati al Gruppo, i giudici devono affrontare anche l’imputazione mossa all’ex capogruppo Giuseppe Atzeri, accusato anche di mobbing dall’ex funzionaria. Oggi sono iniziate le arringhe della parte civile e dell’avvocatura dello Stato, chiamata a difendere la Regione Sardegna in qualità di responsabile civile. “Esiste un forte presupposto probatorio comune tra la vicenda dei fondi e quella del mobbing”, ha precisato l’avv. Pogliani.

Condividi: