Euro 2016: Conte, ‘nessun calcolo, non e’ mia cultura sport’

(ANSA) – TOLOSA (FRANCIA), 16 GIU – “Giocare facendo calcoli sarebbero un cattivo pensieri, lontano dal mio modo di intendere il calcio, che e’ fatto di dare sempre il massimo”: cosi’ Antonio Conte, a Raisport, ha parlato dei possibili incroci dell’Italia all’Europeo, e della possibilita’ che arrivando secondi si evitino agli ottavi avversari e un percorso piu’ difficile. “Non e’ una questione di far ricredere qualcuno – ha aggiunto il ct alla vigilia di Italia-Svezia – ma mi piacerebbe rendere orgogliosi i tifosi, riavvicinarli alla nazionale, riaccendere l’entusiasmo. Vogliamo dimostrare che non siamo un fuoco di paglia. Non c’e’ alcun rischio di euforia, speriamo pero’ in qualcosa che si trasformi in grande festa”.

Condividi: