Furto di rame sarà reato autonomo e non aggravante

(ANSA) – ROMA, 30 GIU -Il furto di rame alle infrastrutture di trasporto e telecomunicazioni diventa un reato autonomo e non più una semplice aggravante, con la possibilità di far scattare l’articolo 416 del codice penale, cioè l’associazione a delinquere, se si dimostra la committenza del furto. La commissione Giustizia della Camera ha infatti approvato un ddl bipartisan, con Giuseppe Lauricella (Pd) primo firmatario, che introduce questa nuovo reato. Il ddl aggiunge un articolo al codice penale con la fattispecie del reato di furto di rame nelle infrastrutture, con pene da uno a otto anni, e una multa da 1.000 a 5.000 euro.

Condividi: