Tav: revocato obbligo firma per storica attivista Meyer

(ANSA) – TORINO, 1 LUG – E’ stato revocato dal tribunale di Torino l’obbligo di firma per Marisa Meyer, 71 anni, la storica pasionaria del movimento No Tav indagata insieme a un’altra ventina di attivisti e simpatizzanti per i tafferugli scoppiati in occasione di un corteo in Valle di Susa nel 2015. Meyer, assistita dagli avvocati Danilo Ghia e Cristina Patrito, era stata identificata dagli investigatori mentre si trovava a bordo di un furgone allestito da un centro sociale. Nei giorni scorsi le foto che la riprendevano mentre si presentava a una stazione dei carabinieri per firmare erano diventate virali su internet. (ANSA).

Condividi: