Due bergamaschi morti sul monte Disgrazia

(ANSA) – MILANO, 3 LUG – Due alpinisti di Bergamo, R.R. di 37 anni, e N.F. di 34, hanno perso la vita stamani sulla Nord del Monte Disgrazia in Valtellina. “Erano saliti in vetta in cordata lungo la via Normale – ha spiegato il Corpo nazionale soccorso alpino – ma a un certo punto uno dei due ha perso l’equilibrio ed è caduto, trascinando anche l’altro. Non c’è stato nulla da fare”. Sul posto l’eliambulanza del 112 e a supporto sono intervenute le squadre del Cnsas Lombardia (Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico). Sempre oggi i tecnici sono stati impegnati nel recupero del corpo di Roberto Dioli, il ragazzo di 26 anni Caspoggio (Sondrio) scomparso il 20 aprile scorso al confine tra la Valmalenco e la Svizzera, in un’area interessata da una grande valanga. Le ricerche erano proseguite per giorni, senza risultato. Oggi il suo corpo è stato ritrovato in territorio svizzero, a un centinaio di metri dal confine, più a Est di qualche chilometro rispetto al Piz Fora.

Condividi: