Polonia: per un mese reintrodotti controlli di frontiere

(ANSA) – VARSAVIA, 4 LUG – Da oggi fino al 2 di agosto prossimo in Polonia sono stati introdotti i controlli di frontiera per prevenire eventuali atti di violenza o terrorismo in concomitanza con il vertice della Nato dell’8 e 9 luglio prossimi a Varsavia e durante la Giornata mondiale della gioventù alla fine del mese a Cracovia. “Si tratta di procedure standard per garantire maggiore sicurezza durante i due importanti eventi” ha spiegato oggi il ministro degli interni Mariusz Blaszczak, precisando che non tutti stranieri saranno necessariamente sottoposti ai controlli ma si richiede che tutti i coloro che entreranno nel paese siano muniti di un documento d’identità o del passaporto validi. I controlli saranno eseguiti agli aeroporti del paese e alle frontiere fra la Polonia, Repubblica ceca, Slovacchia, Germania e Lituania. Inoltre per un mese saranno sospesi gli accordi con l’Ucraina e Russia (zona di Kaliningrado) sulla base dei quali gli abitanti delle regioni confinanti potevano attraversare piu’ liberamente le frontiere

Condividi: