Siria: Onu, subito aiuti civili in 4 città, sono alla fame

(ANSA) – DAMASCO, 5 LUG – Il più alto funzionario dell’Onu in Siria, Yacoub El Hillo, ha lanciato oggi un appello affinché sia garantito il passaggio di aiuti umanitari ai civili residenti in quattro città siriane che rischiano di morire di fame. Si tratta di Madaya, Zabadani, Foua e Kafraya . Le prime due, poco fuori Damasco, sono circondate dalle forze governative, mentre i ribelli assediano Foua e Kafraya, nel nordovest della Siria. Sono isolate dallo scorso anno, e i convogli di aiuti arrivano sporadicamente. A Foua e Kafraya l’ultimo carico è stato consegnato ad aprile. Circa 62.000 persone sono intrappolate, ha detto l’Onu Secondo Medici senza Frontiere, 16 persone sono morte a Madaya a causa dell’assedio a gennaio. El Hillo ha detto che l’Onu “chiede a tutte le parti coinvolte di assicurarsi che ciò non accada più”.

Condividi: