‘Settore esecuzioni penali in abbandono’

(ANSA) – BARI, 5 LUG – “In occasione del mio insediamento a Bari, due anni fa, ho trovato una situazione di totale abbandono del settore delle esecuzioni penali degli ordini di demolizioni dei manufatti abusivi per i quali c’erano sentenze definitive che contemplavano l’ordine di demolizione. Abbiamo rinvenuto 230 sentenze definitive dal 1997 a oggi con ordine di demolizione non eseguito dalla Procura”. Lo ha detto il procuratore della Repubblica di Bari, Giuseppe Volpe, intervenendo alla presentazione del rapporto di Legambiente ‘Ecomafia 2016’. “Abbiamo con molta fatica – ha aggiunto – messo in moto le pratiche per verificare in prima battuta che cosa fosse successo dopo la sentenza”. Quanto alla collaborazione dei Comuni con la Procura su questo tema, Volpe ha sottolineato la necessità di “usare mezzi più persuasivi” con alcuni Comuni della provincia di Bari che “non hanno risposto alle nostre richieste”. In ogni caso, il procuratore ha rilevato che “eseguire oggi un’ordinanza emessa nel ’97 è un fallimento per lo Stato”.

Condividi: