Islam:presidente Anpi Firenze ‘Confligge con Carta’,polemica

(ANSA) – FIRENZE, 7 LUG – Il presidente dell’Anpi di Firenze, l’ex procuratore della repubblica Ubaldo Nannucci, denuncia “il silenzio dell’Islam moderato” di fronte alla strage di Dacca, ma anche il conflitto tra alcuni principi religiosi e quelli della Costituzione. Nannucci ha espresso la sua opinione su facebook e un’intervista all’emittente Controradio precisando che si tratta di una posizione personale. La segreteria Anpi di Firenze ha ritenuto di “prendere distanza”: “Opinioni che nulla hanno a che vedere con l’associazione. Tale tematica non è stata oggetto di discussione”. “L’occidente – per Nannucci – si rifiuta di vedere che la dottrina islamica è incompatibile con i principi di libertà e parità dei diritti tra uomini e donne che caratterizzano l’occidente”. Manca il “coraggio – dice poi – di pretendere da coloro che seguono quella dottrina una chiara e formale dissociazione di condanna di ogni violenza e discriminazione, cui subordinare il godimento dei diritti civili che riconosciamo giustamente a tutti gli stranieri”.

Condividi: