Burundi: torture intelligence su detenuti

(ANSA) – KAMPALA (UGANDA), 7 LUG – I servizi di Intelligence del Burundi hanno torturato decine di sospetti oppositori del governo nel loro quartiere generale e in località segrete. E’ quanto sostiene Human Rights Watch che in un rapporto denuncia gli abusi condotti in collaborazione con le milizie pro-governative, gruppo conosciuto con il nome di ‘Imbonerakure’. Il Burundi è nel caos dal 2015, quando il presidente Pierre Nkurunziza annunciò di volersi candidare per il terzo mandato e poi vinse le elezioni. Centinaia di persone vennero uccise nel tentativo delle forze di sicurezza di sedare le proteste. HRW sostiene che gli agenti del servizio nazionale di Intelligence hanno picchiato detenuti con martelli, infilzato loro con aste di acciaio e fatto colare plastica sciolta sui corpi.

Condividi: