Migrante ucciso: sul web #ioStoConAmedeo

(ANSA) – ROMA, 9 LUG – Per fortuna c’è anche chi si offende, si indigna, ricorda che a morire è stato l’immigrato, qualcuno che chiede chi sia Amedeo, ma intanto sui social impazza #ioStoConAmedeo. L’ashtag è nato tra chi difende Amedeo Mancini, l’aggressore di Emmanuel Chidi Namdi, il giovane nigeriano morto a Fermo. E i tweet rimbalzano su facebook, dove qualcuno scrive: “Un italiano si difende e adesso è in carcere per omicidio e Alfano dà subito la pensione a vita alla moglie del nigeriano… poi dici che non sei razzista #iostoconamedeo”. In un altro post è scritto: “L’autopsia sul nigeriano, dimostra che ha preso un solo pugno, la morte è avvenuta cadendo a terra, ha battuto la testa, è stato particolarmente sfortunato. L’ispezione sul corpo di Amedeo Mancini‬invece dimostra ciò che i TESTIMONI dicono fin da subito, l’hanno colpito con un palo di ferro, preso a calci e pugni, addirittura è stato morsicato dalla vedova. Se non è LEGITTIMA DIFESA questa”.

Condividi: