Sigilli a impianto fotovoltaico nel sassarese

(ANSA) – SASSARI, 11 LUG – Grazie alle relazioni di un agronomo compiacente ottenevano le autorizzazioni per realizzare le serre fotovoltaiche distribuite su una superficie di 31 ettari per una capacità di 16 megawatt, incassando i contributi statali per la produzione di energia rinnovabile a supporto dell’attività agricola, di fatto mai esercitata. Si è conclusa con il sequestro dell’impianto e di 8 milioni e 900mila euro l’indagine condotta dal sostituto procuratore Giovanni Porcheddu e affidata alla Guardia di finanza di Sassari. Attraverso le dichiarazioni fraudolente, una società con sede a Giave, controllata da una holding di Taiwan, ha beneficiato dei contributi e ora sono stati denunciati per truffa aggravata e falso i rappresentanti legali delle società coinvolte e l’agronomo che ha redatto la relazione.

Condividi: