Scontro treni: Pisicchio, ora trasporti per poveri e ricchi

(ANSA) – ROMA, 13 LUG – “Cosa stiamo facendo al nostro Paese, dove i servizi essenziali come i trasporti sono da troppo tempo spaccati in due, quelli per i ricchi, che viaggiano nelle Frecce, e quelli dei pendolari, trascinati su vagoni spesso vecchi e surriscaldati, che corrono su migliaia di chilometri di binari unici? C’è qualcosa di profondamente sbagliato in questo, che interpella il nostro modello di sviluppo e la nostra capacità di fare della politica uno strumento di emancipazione e non di autoreferenza, e nessuno qui dentro può dire che la colpa è solo degli altri”. Lo ha detto il presidente del gruppo Misto della Camera, Pino Pisicchio.

Condividi: