Domani capostazione Andria da pm

(ANSA) – TRANI, 17 LUG – Ruoterà sulla presunta alterazione manuale, fatta con una penna, dei registri cartacei di viaggio della stazione di Andria l’interrogatorio di Vito Piccarreta, il capostazione andriese che domattina si presenterà in procura, a Trani, per rispondere alle domande dei pm. Ad essere stato modificato in modo “evidente” è l’orario del treno che il 12 luglio è partito da Andria e si è scontrato con quello proveniente da Corato provocando 23 morti e 50 feriti. Piccarreta ha ripetuto anche oggi al suo legale di avere un equilibrio psichico precario. Ha quindi chiesto alla Procura il rinvio dell’esame e ha allegato all’istanza un certificato medico perché teme di non essere in grado di rispondere alle domande. Tuttavia si presenterà in Tribunale e ribadirà che intende collaborare per ricostruire l’esatta dinamica dell’incidente. Slitterà invece ai prossimi giorni l’interrogatorio di Alessio Porcelli, il capostazione di Corato, anche lui tra i sei indagati. Il suo legale è infatti impegnato in un processo.

Condividi: