Migranti: a Reggio pattugliatore Marina Vega con 729 a bordo

Pubblicato il 24 luglio 2016 da ansa

(ANSA) – REGGIO CALABRIA, 24 LUG – É approdato stamattina a Reggio Calabria il pattugliatore “Vega” dalla Marina militare con a bordo 729 migranti soccorsi nei giorni scorsi in quattro diverse operazioni al largo delle coste della Libia. Il gruppo di migranti, di varia nazionalità, é composto da 424 uomini, 151 donne, 152 minori e due neonati. Le attività’ di accoglienza e di assistenza, nel momento dello sbarco, sono state coordinate dalla Prefettura di Reggio Calabria. Le condizioni di salute del gruppo di migranti sono complessivamente buone. É stato rilevato soltanto qualche caso di scabbia. Tra le donne molte sono quelle in stato di gravidanza. “I profughi – ha detto ai giornalisti il comandante della nave Vega, Tenente di vascello Raffaele Martino – nel momento in cui sono stati soccorsi, nell’ambito dell’operazione ‘Mare Sicuro’, viaggiavano su quattro gommoni dotati di motori del tutto inaffidabili e che imbarcavano acqua”. (ANSA).

I commenti sono chiusi.

Ultima ora

19:51Boldrini, senza legge elettorale paese meno credibile

(ANSA) - REGGIO EMILIA, 21 SET - "Rosatellum? Non entro nel merito della legge elettorale, sarebbe improprio. Ma senza legge elettorale il Paese rischia un contraccolpo, perderebbe credibilità. Bisogna fare tutti uno sforzo, faccio un appello a tutte le forze politiche perchè riescano ad avere una prova di responsabilità e trovare un accordo". Lo ha detto la Presidente della Camera, Laura Boldrini, partecipando alla Festa nazionale di Sinistra Italiana.

19:51Salvini, pronti a votare Rosatellum settimana prossima

(ANSA) - FONTANELLA (BERGAMO), 21 SET - Il Rosatellum Bis? "Ne abbiamo sentite tante - risponde il leader della Lega Nord, Matteo Salvini -, ma se la settimana prossima porta in discussione questa legge elettorale i voti della Lega ci sono già la settimana prossima". Salvini lo ha detto a margine di un presidio della Lega a Fontanella, nel Bergamasco, dove ieri un richiedente asilo ha violentato un'operatrice.

19:50Noemi: trovata punta coltello in nuca vittima

(ANSA) - SPECCHIA (LECCE), 21 SET - La punta di un coltello è stata trovata incastrata nella nuca di Noemi Durini durante l'autopsia compiuta due giorni fa a Lecce. Per questo motivo la Procura per i minorenni ha disposto una nuova perquisizione nella casa del fidanzato 17enne della ragazza, ora detenuto in Sardegna con l'accusa di omicidio premeditato. Nell'appartamento si cerca la parte mancante del coltello utilizzato per commettere il delitto. Il fidanzato di Noemi, Lucio, durante l'interrogatorio in cui aveva confessato il delitto, aveva detto che la lama del coltello utilizzato per uccidere la ragazza si era spezzata dopo aver sferrato il fendente alla nuca della sedicenne. Aveva quindi spiegato di aver avvolto il manico dell'arma nella sua maglietta e di averlo nascosto in una zona di campagna che non ha saputo indicare. Il giovane aveva spiegato che il coltello era stato portato proprio da Noemi all'alba del 3 settembre, giorno della scomparsa e del delitto, per mettere in atto l'uccisione dei genitori del ragazzo.

19:43Donna muore intossicata in principio d’incendio cucina

(ANSA) - BELLUNO, 21 SET - Una donna quarantenne è morta intossicata dal fumo di un principio d'incendio che, probabilmente, ha innescato lei stessa cercando di accendere con del liquido infiammabile la cucina a legna della casa. La disgrazia è avvenuta a Cesiomaggiore (Belluno). E' stato il figlio quindicenne della donna, tornando da scuola, ad accorgersi del fumo che usciva dall'edificio, dando l'allarme al 115. Quando i pompieri di Belluno sono giunti sul posto per la donna non c'era più nulla da fare. Le fiamme avevano attaccato solo le suppellettili della cucina, senza allargarsi al resto dell'abitazione, ma questo è bastato a produrre una grande quantità di fumo, che non ha dato scampo alla quarantenne. Le cause esatte del principio d'incendio sono ancora al vaglio dei tecnici del vigili del fuoco.

19:38Pedofilia: andrà in carcere giovane liberato nel Reggiano

(ANSA) - REGGIO EMILIA, 21 SET - Andrà in carcere il giovane pakistano di 21 anni accusato di violenza sessuale nei confronti di un minorenne disabile residente in un comune della bassa reggiana. Lo ha deciso il Riesame accogliendo il ricorso del sostituto procuratore di Reggio Emilia Maria Rita Pantani contro la decisione del Gip Giovanni Ghini, che il 18 agosto scorso aveva concesso all'indagato, reo confesso, l'obbligo di firma e il divieto di avvicinamento alla vittima dell'abuso. Il 21enne era stato arrestato nei giorni precedenti ed era finito ai domiciliari. Il suo ritorno in libertà aveva poi sollevato vaste proteste e quella decisione del Gip è ora al vaglio del Csm e del ministero della Giustizia. Da alcuni giorni il 21enne, che ha sempre sostenuto come il ragazzo con cui aveva avuto il rapporto fosse consenziente, risiedeva a Reggio. Il suo avvocato, Domenico Noris Bucchi, fa sapere che non ricorrerà in Cassazione contro il provvedimento di custodia cautelare in carcere, per volere del suo stesso assistito. (ANSA).

19:31Ciclismo: Lappartient nuovo presidente dell’Uci

(ANSA) - ROMA, 21 SET - Il congresso dell'Unione ciclistica internazionale (Uci) ha eletto il francese David Lappartient presidente per il prossimo quadriennio con 37 voti contro 8. Entra nel nuovo Direttivo il presidente della Federazione italiana Renato Di Rocco, eletto durante il congresso che si è tenuto a Bergen, in Norvegia, dove si stanno svolgendo anche i Mondiali. Di seguito, l'elenco completo dei membri. Europa: Renato Di Rocco (Italia), Harald Hansen (Norvegia), Toni Kirsch (Germania), Artur Lopes (Portogallo), José Luis Lopez Cerron (Spagna), Igor Makarov (Russia) e Tom Van Damme (Belgio). Asia: Amarjit Singh Gill Darshan Singh (Malesia). Africa: Mohammed Benelmahi (Marocco). America: Bob Stapleton (Usa). Oceania: Tony Mitchell (Nuova Zelanda). Domani saranno eletti i tre vicepresidenti.

19:27Calcio: Malagò, troppo divario in serie A

(ANSA) - ANCONA, 21 SET - Il presidente Coni Giovanni Malagò 'tifa' per un campionato che non sia prevedibile fin dalle prime battute. "Sembra che oggi si sia creato un divario pazzesco fra le squadre di vertice, 5 o 6, e quelle di fondo classifica, e che quindi si abbia meno credibilità di campionato", ha detto. "L'anno scorso sembrava scontato che tre squadre fossero retrocesse, poi all'ultimo secondo il Crotone è riuscito a salvarsi ai danni dell'Empoli, in modo rocambolesco". Ieri sera mi sono visto Real Madrid-Betis Siviglia. Il Real, che ha vinto le ultime due Champions e che tutti i bookmaker davano per strafavorito con squadre considerate molto deboli ne ha pareggiate due e ieri ha addirittura perso. In Spagna c'è un divario sui diritti tv fra Real e Barcellona da una parte e gli altri club dall'altro molto superiore al gap che abbiamo in Serie A tra le primissime e le ultime. Magari scopriremo che anche da noi ci sarà questa inversione. Speriamo non sia così altrimenti viene meno la credibilità di questo sport".

Archivio Ultima ora