Veneto Banca:Gdf lavora su carte,Consoli venerdì davanti Gip

(ANSA) – VENEZIA, 3 AGO – Sarà interrogato venerdì prossimo dal gip di Vicenza, tramite rogatoria della magistratura romana, Vincenzo Consoli, l’ex ad di Veneto Banca posto ieri agli arresti domiciliari nell’ambito dell’inchiesta dei pm della capitale Sabina Calabretta e Stefano Pesci. Consoli è accusato di aggiotaggio ed ostacolo all’esercizio delle funzioni delle autorità pubbliche di vigilanza in relazione alla falsa rappresentazione del patrimonio di vigilanza dell’istituto. Oggi intanto è stata una giornata di intenso lavoro per la Guardia di Finanza di Venezia sulle carte e sul materiale informatico sequestrato. L’attività dei finanzieri mira inoltre a ‘comporre’ il sequestro di 45 mln di euro chiesto nei confronti di Consoli, passando al setaccio conti correnti, depositi e proprietà formalmente intestate ai familiari, ma che potrebbero essere riconducibili al manager. (ANSA).

Condividi: