Unioni civili: Piacenza nega Palazzo Farnese, Pd protesta

(ANSA) – PIACENZA, 4 AGO – Il Comune di Piacenza, guidato dal sindaco Pd Paolo Dosi, nega il Salone Pierluigi di Palazzo Farnese alle unioni civili, riservando loro la sede comunale dell’anagrafe. Una decisione contestata dai senatori, e colleghi di partito, Monica Cirinnà e Sergio Lo Giudice: decisione “illegittima” perché il sito del Comune “indica come unica sede per la celebrazione dei matrimoni civili” proprio quel Salone. “Speriamo – aggiungono – che il Comune non voglia essere esempio di quei trattamenti discriminatori che troverebbero comunque risoluzione in un’aula di Tribunale”. Il Comune nega discriminazioni o disparità di trattamento: “Abbiamo messo a disposizione non uno spazio di serie B, ma una sala già destinata ai matrimoni. Il nostro Regolamento cita esplicitamente non solo Palazzo Farnese, ma anche la casa comunale. Non abbiamo bisogno di lezioni o insegnamenti in materia di rispetto delle persone e dei loro diritti”. Ma alcune coppie, dice l’Arcigay, hanno già minacciato di andare a unirsi in altri Comuni. (ANSA).

Condividi: