Etiopia: scontri polizia-dimostranti

(ANSA) – ADDIS ABEBA, 8 AGO – Violenti scontri che hanno lasciato sul terreno molti morti sono avvenuti nel fine settimana in Etiopia tra le forze di sicurezza e centinaia di manifestanti scesi in piazza in diverse località del Paese per contestare l’operato del governo. La protesta era stata indetta attraverso i social media e quando le autorità hanno bloccato Internet a centinaia erano già nelle strade. Incerto il numero delle vittime che vanno, a seconda delle fonti, da “almeno 12” a “più di 33”. In Etiopia accade raramente che il governo, al potere dal 1991 dopo aver rovesciato i militari, venga contestato apertamente. Ma nelle proteste che si sono registrate sabato e domenica – benchè non fossero state autorizzate – un po’ in tutto il Paese è comparso anche uno striscione con la scritta “Abbiamo bisogno di libertà”. Il maggior numero di vittime si è avuto a Bahir Dar, capoluogi della regione settentrionale di Amhara, ad Addis Abeba e nella regione di Oromia.

Condividi: