Russia: sede Ikea perquisita per disputa

Pubblicato il 09 agosto 2016 da ansa

(ANSA) – MOSCA, 9 AGO – La polizia russa ha perquisito la sede centrale del ramo russo dell’Ikea a Khimki, vicino Mosca. Secondo Semion Shevchenko, un legale di Ikea Russia, le perquisizioni sono legate a una disputa sul terreno su cui sorge la sede centrale di Ikea. “Stanno cercando documenti che risalgono al 1993 sui diritti sul terreno. Stiamo fornendo i dati richiesti”, ha dichiarato Shevchenko. L’impresa agricola collettiva Khimki ha trascinato in tribunale l’Ikea nel 2012 sostenendo che abbia ottenuto illegalmente il terreno.

I commenti sono chiusi.

Ultima ora

13:57Mo: Ue, Palestina al centro riunione ministri esteri lunedì

(ANSA) - BRUXELLES, 19 GEN - La discussione sul processo di pace in Medio oriente e il pranzo col presidente dell'autorità palestinese Abu Mazen saranno il momento principale della riunione dei ministri degli Esteri dell'Ue di lunedì, a Bruxelles. Secondo quanto spiegato da fonti europee, i ministri analizzeranno "diverse opzioni per rafforzare lo Stato palestinese, nell'ottica di un processo di pace che abbia una soluzione a due Stati". Tra i vari strumenti al vaglio, anche l'eventuale futuro lancio di un "accordo di associazione", che comunque - viene sottolineato - potrebbe entrare in vigore "solo nel momento in cui lo Stato palestinese venga riconosciuto". Nessuno nasconde però che la situazione sia "molto complicata" e in attesa di vedere quale sia il piano Usa, l'Ue "ritiene di avere un ruolo nel fare pressing per un impegno a creare un nuovo slancio".

13:54Baby gang: altri due minori denunciati a Napoli

(ANSA) - NAPOLI, 19 GEN - Altri due minori sono stati denunciati dalla polizia per l'aggressione a Ciro, il ragazzo brutalmente colpito domenica sera nei pressi della stazione Policlinico della metropolitana, a Napoli. Ieri mattina gli agenti della questura di Napoli avevano individuato i primi due presunti responsabili. Le indagini continuano.

13:53Alluvione Sardegna: pm chiede quattro rinvii a giudizio

(ANSA) - OLBIA, 19 GEN - Quattro rinvii a giudizio per i tre morti di Monte Pino, nell'ambito dell'inchiesta bis sull'alluvione nel 2013 che provocò 19 vittime (compreso un disperso mai ritrovato a Bitti, nel Nuorese), di cui 13 in Gallura. La Procura di Tempio Pausania chiede che i dirigenti della Provincia di Sassari e della ex Provincia di Olbia Tempio, Giuseppe Mela e Pasquale Russo e i funzionari delle due amministrazioni provinciali, Francesco Prunas e Graziano Sini siano processati per omicidio colposo plurimo. La richiesta è stata formulata dal pm Laura Bassani e arriva a distanza di quattro anni dai tragici fatti del 18 novembre 2013 quando Bruno Fiore, Sebastiano Brundu e Maria Loriga che transitavano, a bordo di un fuoristrada, sulla provinciale 38 che collega Olbia a Tempio,furono inghiottiti dalla voragine provocata dall'alluvione."Finalmente siamo arrivati al passaggio decisivo che ci consentirà di conoscere il pronunciamento del Gup su questa tragedia", spiega all'ANSA l'avvocato di parte civile Maurizio Mani. Una storia giudiziaria rimasta drammaticamente intrappolata fra i rinvii causati da mancate notifiche, faldoni smarriti e giudIci finiti sotto inchiesta per altre vicende. Secondo i legali che assistono i parenti delle vittime (Maurizio Mani, Nicoletta Mani, Massimo Delogu) gli imputati sarebbero responsabili della mancata manutenzione del ponte crollato sotto la furia dell'acqua. Una struttura, fra l'altro, che non era mai stata collaudata. Spetterà ora al gup Giuseppe Grotteria stabilire se il processo per le morti di Monte Pinu si dovrà aprire oppure no. La lettura del dispositivo è prevista fra una settimana, venerdì 26 gennaio.

13:52Tennis: Australia, Svitolina agli ottavi

(ANSA) - ROMA, 19 GEN - Per la prima volta in carriera l'ucraina Elina Svitolina è arrivata negli ottavi agli Australian Open e lo ha fatto disputando un match impeccabile. "Lei non ha nulla da perdere e quindi giocherà senza pressione", aveva detto Elina alla vigilia parlando della giovanissima connazionale Marta Kostyuk, che dodici mesi fa conquistava il titolo junior. Invece la 15enne di Kiev l'emozione l'ha sentita. Svitolina, n.4 Wta e quarta testa di serie, si è aggiudicata per 6-2 6-2 il derby ucraino, interrompendo ad 11 la striscia di match vinti consecutivi a Melbourne dalla ragazzina di Kiev, appena n. 521 alla vigilia del torneo e che ora si consolerà avvicinandosi alle prime 250 del ranking. Gli altri risultati del terzo turno: Martic-Kumkhum 6-3 3-6 7-5; Mertens-Cornet 7-5 6-4; Allertova-Linette 6-1 6-4; Suarez Navarro-Kanepi 3-6 6-1 6-3; Rybarikova-K.Bondarenko 7-5 3-6 6-1.

13:43M5s: Di Maio, con noi “pensione di cittadinanza”

(ANSA) - ROMA, 19 GEN - "Nel nostro programma di governo noi proponiamo la pensione di cittadinanza: sono 780 euro di minima a tutti i pensionati e 1.170 euro al mese per una coppia". Lo ha detto il candidato premier del M5s Luigi Di Maio a L'Aria che Tira.

13:26Gerusalemme: Abu Mazen lunedì a Bruxelles da Mogherini

(ANSAmed) - TEL AVIV, 19 GEN - Il presidente palestinese Abu Mazen incontrerà lunedì prossimo a Bruxelles il capo della diplomazia europea Federica Mogherini e i ministri Ue. Lo ha detto, citato dai media palestinesi, l'ambasciatore nella Ue Abdel Rahim Farra secondo il quale Abu Mazen premerà per un riconoscimento dello stato palestinese. Il presidente palestinese - secondo Farra - incontrerà prima la Mogherini e subito dopo i 28 ministri europei che ringrazierà per la loro contrarietà alla scelta di Donald Trump su Gerusalemme capitale di Israele.

13:23Russia: ‘tuffo’ in acque gelide per Putin, è festa epifania

(ANSA) - MOSCA, 19 GEN - Il presidente russo Vladimir Putin ha preso parte ai tradizionali festeggiamenti per l'Epifania ortodossa che in Russia prevedono 'tuffi' in acque gelide come simbolo di purificazione. Per gli ortodossi, infatti, nella notte fra il 18 e il 19 di gennaio le acque di tutto il pianeta diventano 'sacre'. Lo zar ha compiuto il rito presso il monastero di Nilova Pustyn, nella regione di Tver. "Putin ha preso parte alla messa e ha partecipato ai bagni nel lago di Seligher", ha detto il portavoce del Cremlino Dmitri Peskov, precisando che la temperatura nell'area era intorno ai -7 gradi centigradi. In tutto il paese 1,8 milioni di russi hanno preso parte al rito dei bagni in acque gelide. Lo riporta RBK.

Archivio Ultima ora