Rio: Innocenti, un argento che vale oro

(ANSA) – ROMA, 12 AGO – “La medaglia è d’argento ma, per tutti i sacrifici fatti e quello che ho passato, per me è come se fosse d’oro. Sono davvero molto soddisfatto”. Non nasconde la sua gioia Marco Innocenti, l’azzurro del double trap salito sul podio a Rio 2016 un gradino dietro al kuwaitiano Fehaid Aldeehani, giunto questa mattina all’aeroporto di Fiumicino. Tanti i cori e gli applausi per lui da parte di parenti e amici arrivati da Prato con striscioni di complimenti e bentornato. “Non mi aspettavo un’accoglienza simile – ha commentato l’azzurro visibilmente emozionato e con la medaglia al collo – È stata una bellissima sorpresa”. Poi, alla domanda se ora nel mirino abbia i Giochi di Tokyo del 2020: “È ancora presto per dirlo. Vedremo se sarà il caso o meno di continuare. Ora – ha concluso Innocenti – voglio solo godermi questo momento, poi si vedrà”.

Condividi: